MTV EMA 2014: il web insorge contro gli interpreti. A ragione?

Per la prima volta nella ventennale storia degli Europe Music Awards, Mtv Italia ha deciso di trasmettere lo spettacolo live con la traduzione simultanea di un team di interpreti, una piccola grande rivoluzione visto che fino allo scorso anno lo spettacolo era disponibile con i sottotitoli in italiano a circa una settimana di distanza dalla diretta: sembra però che questa decisione non sia particolarmente piaciuta ai telespettatori, che si sono sbizzarriti sui social network con battutine e critiche più o meno velate.

“Questo ha l’accento sardo, quell’altro l’accento veneto”, “l’interprete è scazzatissimo” sono sono alcuni dei commenti letti su Twitter e Facebook, accompagnati dall’immancabile hashtag
#MTVEMA: se da un lato il risultato dell’interpretazione simultanea è stato a tratti dubbio, c’è comunque da dire che in questo tipo di lavoro un professionista deve spesso affrontare una miriade di imprevisti che, nel caso degli EMA in particolare, si traducono in una lunga serie di frasi letteralmente intraducibili.

Già soltanto la battuta di apertura, “What the fuck are you doing Glasgow” era quantomeno imbarazzante (e stranamente complicata!) da tradurre in modalità simultanea, pensatevi dunque a tutto il resto dello spettacolo, infarcito di parolacce, modi di dire, rap e giochi di parole.

Se in definitiva la scelta dei classici sottotitoli in differita sarebbe stata migliore, non possiamo non ammettere che il lavoro degli interpreti degli 2014 (non traduttori, né tantomeno doppiatori!) sia stato in ogni caso molto apprezzabile. La prossima volta, andateci voi a fare un lavoro del genere, con i vostri accenti e la vostra perfetta conoscenza della lingua inglese.

doppiatori22

doppiatori

dppiatori

traduttori1

traduttori

Advertisements

Commenti Facebook

commenti

About Alberto_Muraro
Seguitemi su Twitter: @alb_simultaneo
Facebook