Advertisements

10 canzoni pop diventate la sveglia dello Space Shuttle

Mancano ormai poco meno di due mesi all’arrivo nella Stazione Spaziale Internazionale dell’astronauta Samantha Cristoforetti, prima donna italiana ad avere avuto l’onore di partecipare ad una spedizione spaziale: come da tradizione, anche la Cristoforetti avrà il diritto di portato con sé la sua musica preferita oltre i confini della pianeta Terra, come da tradizione dello Space Shuttle, nel quale ogni membro dell’equipaggio ha finora avuto la possibilità di scegliere la propria canzone preferita come sveglia di bordo. Ecco a voi la lista delle dieci canzoni che hanno svegliato l’equipe dell’Atlantis a qualche migliaio di chilometri sopra le vostre teste!

Viva La Vida –

La band di Chris Martin è stata scelta come colonna sonora della missione spaziale dello Shuttle in ben tre occasioni: nel 2006 (Clocks), nel 2009 (Yellow) e infine nel 2011 con Viva la Vida, brano scelto dal pilota Eric Boe.

Mr Blue Sky – Electric Light Orchestra

Il comandante Chris Ferguson è un grande appassionato degli Electric Light Orchestra, le cui canzoni sono state suonate anche nel corso delle missioni del 1996 (Don’t bring me down) e 2008 (Hold on tight).

Tubthumping – Chumbawamba

Nel corso dell’ultima missione, lo specialista di missione Sandy Magnus ha deciso di svegliare l’equipe con questa celebre e scatenata canzone in pieno stile anni novanta.

More – Matthew West

Lo specialista di missione Rex Walheim ha scelto questa romantica canzone di Mathhew West anche in ragione del testo che nel ritornello recita –I love you more than the sun and the stars…-.

Rocket man –

Nell’ultima missione dello Shuttle il baronetto Elthon John ha deliziato le orecchie degli astronauti con una speciale versione live di Rocket Man, brano che traduce in musica le difficoltà di chi sta lontano da casa e dai propri affetti.

Man on the moon –

Anche ha seguito l’esempio del collega Elthon John, svegliando l’equipaggio della più recente missione dello Shuttle con Man on the Moon dei suoi R.E.M.: commentando la performance per l’Atlantis, Stipe ha voluto precisare – “ho registrato Man on the moon per la Nasa a Venezia, dove Galileo presentò per la prima volta al governo Veneziano il suo telescopio, e nel 1610 scrisse il Sidereus Nuncius, un compendio delle sue prime scoperte astronomiche che cambiarono per sempre la nostra visione dell’universo“.

Good Day Sunshine –

Le musiche dei hanno allietato le mattinate (se di mattinate si può parlare) degli astronauti nello spazio in diverse occasioni, l’ultima delle quali ha visto risuonare in cabina il brano Good Day sunshine, scelto appositamente fra le canzoni preferite del pilota del Discovery Kevin Ford. Nel passato all’interno della navicella spaziale sono stati trasmessi brani quali Here comes the sun e With a little help from my friends.

Run the world (Girls) – Beyoncé

La regina dell’R&B Beyoncé Knowles ha salutato tutta l’equipe dello Shuttle nel corso dell’ultima spedizione con una dedica speciale all’unico membro femminile, Sandy Magnus, e a tutte le future esploratrici donne nello spazio.

Days go by –

Il giorno 11 della spedizione dell’Atlantis gli astronauti sono stati risvegliati dal country di Keith Urban, scelto dallo specialista della missione Rex Walheim.

Don’t Panic – Coldplay

Sempre nel corso dell’ultima missione, l’equipe dell’Atlantis ha deciso di chiudere in bellezza con un altro brano del gruppo di Chris Martin, scelto appositamente dal pilota Dough Hurley.

Fosse stati astronauti, quali canzoni avreste scelto?

Advertisements

Commenti Facebook

commenti

About Alberto_Muraro
Seguitemi su Twitter: @alb_simultaneo