Prima puntata dello Zoo di 105 2014/15: scaletta scenette e commento

Torna lo Zoo di 105, e questa prima puntata – diciamolo – era più attesa delle altre. C’era la curiosità su quale sarebbe stata l’apertura, su come sarebbero stati trattati certi argomenti, soprattutto per quel che riguarda il grande ritorno – Paolo Noise – ed il muro contro muro tra l’azienda ed un dipendente – Gibba -.

Così, non si poteva iniziare in altro modo se non con uno di quei blocchi a metà tra il riepilogo e lo strappalacrime tipici di Mazzoli, quei blocchi che ti possono prendere se sei di animo tenero o che stonano se ascolti lo Zoo perché è un programma fuori dagli schemi e lo fai perché di natura sei leggermente cinico. Di fatto la puntata odierna era – se possibile – ancor più attesa di quella del gennaio 2011 e l’osservato speciale , o meglio l’ascoltato speciale Paolo Noise, almeno all’inizio della trasmissione cercava – ma questo è solo un parere – di intervenire il più possibile per recuperare il legame con degli ascoltatori che in estate non parevano aver affatto digerito il suo rientro.  Grazie a Paolo è tornato “Massimino da Quarto” , blocco che in qualche modo ricalca I Tamarri, tenuti in vita nelle edizioni precedenti dalla Zia, oltre alla ricomparsa di Andrea, il fedele compagno di Dingo  Per chiudere l’argomento Noise, che sicuramente tiene banco in questo esordio, sicuramente c’è sincerità nell’essersi pentito di aver lasciato Radio 105 nel modo che sappiamo, e ne avevamo parlato in questo post , non si sa quanta “timidezza” e quanto “di preparato” ci sia stato nelle scuse che il DJ ha fatto in onda come a ricucire uno strappo durato 3 anni.

La lista delle scenette andate in onda oggi comprende grandi classici come Peppo Pig ed il DiscoRetto. (La canzone di oggi per annunciare la Mail era scritta su Come mai degli 883). E’ tornato in gran forma anche Maccio Capatonda con Gomorra, blocco nel quale il boss si trovava alle prese con unabolletta, e non poteva mancare anche quest’anno la vecchia preferita dagli Zoofili ovvero Santina, che per cominciare ha parlato col “Tennte Poldino” e poi col suo amato Aldo che forse è passato da Jimmy Fontana a Massimo Ranieri a livello musicale.

Grande novità il blocco intitolato “I segaioli”: una scenetta nella quale, dati i tempi di crisi, lo Zoo chiama numeri a caso perché non ci si può più permettere di sostenere i costi dei numeri erotici.

Detto che è incredibile che Ivo Avido sia stato presente in studio alla prima puntata , e poi Paolo si sorprende del fatto che si nominino sempre i soldi, c’è da dire che forse Herbert è stato eggermnte fuori dalla scea con due battute ed una storiella, Lo Hobby. Al Gran Maestro manca certamente il Curatore, questione ancora irrisolta che forse fa ancora mancare qualcosina al nuovo Zoo, ma del resto questa impressione la si è avuta anche dopo il cambio di squadra di 3 anni fa. I meccanismi e le scenette milioreranno di puntata in puntata sperando che anche il DJ maculato possa riunirsi al team.

 

SCALETTA:

Introduzione di Mazzoli

Peppo Pig

Massimino da Quarto

I Segaioli

DiscoRetto

Gomorra

Alan in Love 2015

 

Stefano Beccacece (On Twitter @Cecegol)

Advertisements

Commenti Facebook

commenti

About Stefano beccacece
Stefano Beccacece nasce nel 1985 a Torino. Sino a pochi anni fa poeta - ha pubblicato due raccolte tra il 2006 ed il 2010 - ora fa prevalentemente il blogger con l'aspirazione di divenire giornalista pubblicista. Dal 2012 scrive di calcio e mass media. Su Radiomusik potete leggerlo prevalentemente nella sezione "Radio News".
Facebook