Pompeii dei Bastille in top ten: storia, video ufficiale e testo

Chi abbia analizzato il nostro pezzo di ieri sulle classifiche Top Digital Download – ovvero i singoli più scaricati in Italia al 3 marzo – sarà forse rimasto stupito della forte ascesa dei , che con la loro Pompeii sono entrati al nono posto.

Ma chi sono i Bastille? Si tratta di una formazione nata solo tre anni fa a Londra. La compongono Dan Smith, Chris ‘Woody’ Wood, Will Farquharson e Kyle Simmons. Proprio il leader Chris Wood ha fornito il pretesto per il nome della band, essendo nato il 14 luglio, giorno della presa della Bastiglia.

La band ama molto i riferimenti storici, anche nel campo dello spettacolo, come dimostra i titolo del loro primo EP, Laura Palmer, che a molti ricorderà il celebre sceneggiato americano Twin Peaks.

IL primo album dei Bastille è Bad Blood, da cui nel 2012 vengono tratti i singoli singoli “Overjoyed” e “Bad Blood”, e ora “Pompeii”, il cui titolo è metaforico per il “crollo dei muri” evocato nel testo, anche se la città romana non viene mai citata espressamente. Vediamo insieme video ufficiale e testo.

| Bastille

Testo Pompeii dei Bastille

I was left to my own devices
Many days fell away with nothing to show

And the walls kept tumbling down
In the city that we love
Great clouds roll over the hills
Bringing darkness from above

But if you close your eyes,
Does it almost feel like
Nothing changed at all?
And if you close your eyes,
Does it almost feel like
You’ve been here before?
How am I gonna be an optimist about this?
How am I gonna be an optimist about this?

We were caught up and lost in all of our vices
In your pose as the dust settles around us

And the walls kept tumbling down
In the city that we love
Great clouds roll over the hills
Bringing darkness from above

But if you close your eyes,
Does it almost feel like
Nothing changed at all?
And if you close your eyes,
Does it almost feel like
You’ve been here before?
How am I gonna be an optimist about this?
How am I gonna be an optimist about this?

Oh where do we begin?
The rubble or our sins?
Oh where do we begin?
The rubble or our sins?

And the walls kept tumbling down
In the city that we love
Great clouds roll over the hills
Bringing darkness from above

But if you close your eyes,
Does it almost feel like
Nothing changed at all?
And if you close your eyes,
Does it almost feel like
You’ve been here before?
How am I gonna be an optimist about this?
How am I gonna be an optimist about this?

Advertisements

Commenti Facebook

commenti

About Luca Landoni 10868 Articles
Giornalista pubblicista iscritto all'ODG Lombardia. Amante in particolare di gothic/dark e progressive rock. Ha lasciato il cuore nei Marillion epoca Fish. Contatto diretto: blog@gamefox.it