Advertisements

Pharrell Williams e la ricetta del successo: tutte le hit hanno la stessa intro (video)

Questa è una notizia veramente incredibile e alzi la mano chi se n’era accorto. Che sia il fenomeno commerciale dei nostri tempi non ci sono dubbi. Innumerevoli le hit sue o scritte per altri che hanno sfondato rendendolo il Paperone del mercato discografico. Ne ricordiamo solo due: Blurred Lines scritta per Robin Thicke e la sua Happy. Ma che avesse usato un sistema facile facile per sfornarle, sfiorando l’autoplagio chi lo aveva capito?

È chiaro che esageriamo, esistono anche le parti musicali centrali e conclusive, sempre molto accattivanti, ma come iniziano tutti i suoi pezzi?

Un blog inglese ha svelato il suo trucco basato sulla ripetitività delle intro. Ogni hit infatti comincia allo stesso modo: con la ripetizione di 4 battute identiche. Non ci credete? Ascoltate qui, e vediamo se riconoscete i pezzi. Se non ci riuscite la soluzione è in basso (non vale sbirciare prima).

I brani sono: Right here di SWV, Frontin’ e I wish di Jay-Z, Milkshake di Kelis, Drop it like its hot di Snoop Dogg, Blurred lines di Robin Thicke, Why wait di Shakira, Sweet life di Frank Ocean, Can’t rely on you di Paloma Faith, per finire con Happy, Hunter e Gust of wind proprio dell’ex-N.E.R.D.

Advertisements

Commenti Facebook

commenti

About Luca Landoni
Giornalista pubblicista iscritto all'ODG Lombardia. Amante in particolare di gothic/dark e progressive rock. Ha lasciato il cuore nei Marillion epoca Fish. Contatto diretto: blog@gamefox.it