Advertisements
Advertisements

Data zero Ligabue live a Correggio: recensione e scaletta del concerto

Successo stratosferico ieri sera per data zero del Tour Piccole Città di Luciano in programma nella sua Correggio. Davanti a un pubblico adorante in una venue gremitissima e ovviamente sold out, il rocker ha mandato subito tutti in visibilio attaccando con Piccola Città Eterna, chiaramente dedicata alla sua città natale e tratto da Sopravvissuti e sopravviventi.

Vestito di nero, come potete vedere dalla foto, il Liga concede al pubblico di fedelissimi un tuffo nel passato. Chi vi scrive per esempio ancora ricorda il tour di Balliamo sul Mondo, quando a Milano suonò al mitico Rolling Stone e dovette metterci un cover di Springsteen e suonare due volte la hit di cui sopra per riempire la scaletta. O i festival dell’Unità in provincia di Bergamo e Cremona davanti a qualche centinaio di fan in visibilio. Un’atmosfera impagabile che viene replicata qui, in questo palazzetto della Bassa, in attesa di spostarsi domani a Fossano, in provincia di Cuneo.

Le emozioni sono grandi. Tra Lambrusco e Pop Corn, Urlando contro il Cielo e un tuffo nel passato fantastico di Angelo della Nebbia. Certo ci sono anche i lentoni che lo hanno reso famoso, come Ho messo via e Ho perso le parole, piazzati al principio del concerto, ma a noi nostalgici onestamente piace più tornare indietro di 15 anni, gustando brani immortali come Piccola stella senza cielo.

Certo, non si può avere tutto. mancano per esempio la storica Bambolina e Barracuda, e soprattutto l’inno generazionale Sogni di Rock and Roll, in cui il pubblico degli esordi amava fare la controvoce (“e così siamo qui siamo qui siamo qui, già le 4 e siam qui…”), ma che bellezza!

La band trascinata da Niccolò Bossini e ovviamente dal grande vecchio (non ce ne voglia) Federico Poggipollini alle chitarre, si compone anche dell’eccellente tastierista Luciano Luisi, di Michael Urbano alla batteria e della novità Davide Pezzin al basso, e chiude con la tripletta Tu sei lei, Non è tempo per noi, Con la scusa del rock’n’roll.

È finita. Andate in pace! E gustatevi la fotogallery del concerto, cliccando qui.

Scaletta concerto 27/03/2014

Piccola città eterna
I ragazzi sono in giro
Siamo chi siamo
Ho messo via
Niente paura
Il muro del suono
AAA Qualcuno cercasi
Angelo della nebbia
Ho perso le parole
Balliamo sul mondo
Cerca nel cuore
Per sempre
Lambrusco & pop corn
Urlando contro il cielo
Sono sempre i sogni a dare forma al mondo
Il giorno di dolore che uno ha
Il sale della terra
Sulla mia strada
Piccola stella senza cielo

BIS
Un colpo all’anima
Il meglio deve ancora venire
Tra palco e realtà

Advertisements

Commenti Facebook

commenti

About Luca Landoni
Giornalista pubblicista iscritto all'ODG Lombardia. Amante in particolare di gothic/dark e progressive rock. Ha lasciato il cuore nei Marillion epoca Fish. Contatto diretto: blog@gamefox.it