Advertisements

Il concerto di Max Gazzè a Roma: scaletta e recensione

La seconda data del 2015 del Sotto casa Tour 2013 di Max Gazzè ha rappresentato anche il debutto all’Auditorium Parco della Musica di Roma, per il primo di quattro appuntamenti della cosiddetta fase teatrale del tour.

E come sempre Max non delude, coinvolgendo il pubblico in uno show ogni volta diverso e ricco di inserti strumentali sempre nuovi e spesso improvvisati, in cui può far valere anche la sua maestria tecnica di bassista. Con lui la band è formata da Clemente Ferrari al piano e synth, Dedo ai fiati e chitarra acustica, Giorgio Baldi chitarra e Puccio Panettieri batteria. E poi ci sono gli Euphoria , un quartetto d’archi che rappresenta un valore aggiunto eccezionale.

Si parte con Sirio è sparita e Vento d’estate, la prima vera hit, per due ore e mezzo di musica che culminano nella fase centrale di Cara Valentina-Una musica può fare-L’origine del mondo e nella chiusura della prima parte anticipata dal dittico La favola di Adamo ed Eva-Il solito sesso, e sigillata dal tormentone Sotto Casa.

Per il bis, infine, viene rispolverata Una musica può fare con l’apporto gioioso del pubblico, ormai prossimo all’invasione del palco in stile calcistico. Un vero e proprio trionfo.

Scaletta Max Gazzè Roma 18/01/2014

Sirio è sparita
Vento d’estate
L’uomo più furbo
Preferisco così
Il timido ubriaco
Atto di forza
I tuoi maledettissimi impegni
Quel che fa paura
La mia libertà
Mentre dormi
Cara Valentina
Una musica può fare
L’origine del mondo
Edera
La nostra vita nuova
La favola di Adamo ed Eva
Il solito sesso
Annina
L’ultimo cielo
Buon compleanno
Sotto casa

Encore

Una musica può fare

Advertisements

Commenti Facebook

commenti

About Luca Landoni
Giornalista pubblicista iscritto all'ODG Lombardia. Amante in particolare di gothic/dark e progressive rock. Ha lasciato il cuore nei Marillion epoca Fish. Contatto diretto: blog@gamefox.it