Sui nostri passi: il nuovo singolo di Valerio Scanu (video ufficiale)

Si intitola “Sui nostri passi” il nuovo singolo del vincitore di Sanremo 2010 , in circolazione dal 7 gennaio ad anticipare l’uscita del suo ultimo album, prevista per il 28 gennaio.

Scritto dallo stesso Scanu insieme a Luca Macchioni e a Mario Cianchi, il singolo fa parte di un disco di inediti che ha una caratteristica particolare, è autoprodotto. Un’autoproduzione, nata con la sua etichetta NatyLoveYou, che deriva dalla diatriba con la sua precedente casa discografica, la Emi, con la quale si è separato da qualche tempo. E nelle battute finali del pezzo, in cui Valerio dice che “siamo liberi di tornare sui nostri passi” e di “pianificare di nuovo il percorso“, si può trovare un riferimento alla separazione e alla recente polemica con la Emi, che il cantante ha pesantemente accusato, come si può leggere dalle sue dichiarazioni riportate questa mattina dal sito Repubblica.it:

Sono stato usato e gettato via dalla mia casa discografica.

E poi ancora:

Non si poteva più continuare così: mai d’accordo sulle decisioni da prendere, nessun investimento serio su di me. Per l’ultimo disco con la Emi, io ero a Roma in sala di registrazione e loro negli uffici a Milano, salvo poi dirmi che l’album faceva schifo.

Oltre a puntare il dito contro la sua precedente casa discografica, Scanu ha voluto dare alcuni consigli ai giovani talentuosi che si avventurano nel mondo dello spettacolo, magari attraverso un talent come ha fatto lui:

Anche il brano di Sanremo l’ho trovato da me, grazie alla mia amicizia con Pierdavide Carone. Loro preferirebbero sempre importi i loro brani perché possiedono le edizioni. L’unico modo per salvarsi, usciti vittoriosi da un talent, è farsi rappresentare da un manager, meglio se anche avvocato. Consiglio a tutti un talent per emergere ma se a 18 anni poi vinci e il tuo manager diventa la casa discografica, chi farà i tuoi interessi?

Insomma, è evidente nelle parole di Valerio un risentimento – legittimo, per carità – verso un mondo che prima lo ha portato in alto, poi lo ha lasciato cadere. Il talent premia la bravura e “promette” il successo, ma se una volta usciti fuori ci si adagia troppo, convinti che la scia televisiva possa garantire una sicurezza sempiterna, allora si rischia non solo di non crescere artisticamente, ma addirittura di finire nel dimenticatoio (come è accaduto ad altri vincitori di talent).

Comunque, la nuova strada intrapresa al di fuori delle major discografiche sembra aver ridato determinazione e sicurezza a Valerio, e chissà che i suoi inediti non possano rilanciarlo.

Video ufficiale Sui nostri passi | Valerio Scanu

Advertisements

Commenti Facebook

commenti

Facebook