Sbadiglio: il video e testo del nuovo singolo di Levante

È uscito pochi minuti fa in esclusiva sul Corriere Tv il video ufficiale del nuovo singolo di , che segue di qualche mese il clamoroso successo di Alfonso e del suo tormentone “Che Vita di Merda”.

Sbadiglio, questo il titolo, ricalca lo stile vocale riconoscibilissimo della cantante siciliana. Uno stile che è indubbiamente il suo punto di forza. Anche le atmosfere sempre in bilico tra allegria e malinconia si ripetono, ma manca quello spunto, quella verve che ha fatto del precedente singolo il boom che tutti conosciamo. Ricordiamo che il pezzo è stato escluso dalle selezioni di Sanremo (ma tra gli ammessi c’è senz’altro di peggio, sottolineiamo).

In buona sostanza un episodio interlocutorio di una carriera che auguriamo foriera di grandi successi per una delle voci più originali della scena italiana. ma come sempre, il giudizio lo lasciamo ai lettori. Ecco il video seguito dal testo.

Video Sbadiglio | Levante

Testo Sbadiglio | Levante

Ci sono stati bei momenti
e adesso ci troviamo davanti a un posacenere stracolmo, piatti e tazze da lavare

Abbiam visto tante cose
e adesso la persiana è rotta
Troverò un giornale, qualche cosa da guardare alla tv,
che deja vu mmm
ti ho visto sbadigliare

Ah, mi sembrava bellissimo quel silenzio catartico, a guardare le stelle
aspettarle cadere, poi cercarsi la pelle senza trovarsi mai

Nella quiete della stanza l’eco dei respiri
basta, non c’è più da fare
in questa casa che ci crolla addosso e noi ancora alla tv
che deja vu
ti ho visto sbadigliare

Ah, mi sembrava bellissimo quel silenzio catartico, a guardare le stelle
aspettarle cadere, poi cercarsi la pelle senza trovarsi mai
Con le braccia conserte per scaldarsi il cuore

Ah, mi sembrava romantico quel silenzio catartico
a guardare le stelle, aspettarle cadere
poi cercarsi la pelle
senza trovarsi mai
e ancora sbadigliare
con le braccia conserte per scaldarsi il cuore

Ah, mi sembrava romantico
quel silenzio catartico
anche senza le stelle, ascoltarsi tacere
poi sfiorarsi la pelle
senza lasciarsi mai
con le braccia conserte
per scaldarsi il cuore

Advertisements

Commenti Facebook

commenti

About Luca Landoni
Giornalista pubblicista iscritto all'ODG Lombardia. Amante in particolare di gothic/dark e progressive rock. Ha lasciato il cuore nei Marillion epoca Fish. Contatto diretto: blog@gamefox.it
Facebook