Advertisements

Nuove proposte Sanremo: Senza di te di Zibba (video, recensione e testo)

Senza di te di : ecco l’anteprima di un altro degli otto finalisti della gara Nuove Proposte al Festival di Sanremo.

Zibba arriva a Sanremo con alle spalle una gavetta infinita, più di dieci anni di attività sparsa tra diversi generi, e con all’attivo molte e diverse collaborazioni. Per la verità ci aspettavamo molto di più dal brano che ascolteremo all’Ariston. Questa Senza di Te è davvero piatta e banalissima, come scritta apposta per andare incontro al grande pubblico, il cui palato non è proprio finissimo.

Temiamo di dover dire che è candidata all’eliminazione immediata.

Per il video clicca qui. Segue il testo.

Testo Senza di te | Zibba

Io che ho fin troppe parole
A volte resto in silenzio
Adesso sono qui a scriverti
chiedendo quasi perdono
Per le cose che dò per scontate
e che ci siamo scelti
e che magari vorresti sentire
ogni tanto da me

Mi piacerebbe giocare di più
A volte lasciarmi andare
ma mi riduco a un pensatore noioso e volgare
Spesso nemico del tempo
Specie se non ti ho accanto
Stanotte dormi da sola
Mi va a fuoco la gola

Credo in noi come se fossimo
di un’altra generazione
quella del bene sopra la ragione
Quella che domenica andiamo a lago
Che ho bisogno di svago

Senza di te
Non amerei tutti i miei errori
Senza di te
Un mondo senza le canzoni
Senza di te
Non me lo voglio ricordare
Stare lì a guardare
Al buio non è affatto uguale

Senza di te
Una finestra senza vetri
Senza di te
Un po’ un’estate senza il mare
Senza di te
Non mi ricordo come fare

Ti tocca il ruolo di amante neutrale
Sei la tua parte migliore
Quello che riesce ad uscire ogni giorno
Da tutto quel tuo lavorare

Hai conosciuto il mio peggio
E con il tuo mi hai fatto male
Le cose semplici ai vigili urbani
E a noi una città più reale

Ci scopriremo nel tempo
Per poi coprirci con cura
E costruiremo sbagliando
E forse non avrò paura
E regalandoci vita
Scambiando sangue e opinionI
Vedremo i giorni fiorire
negli occhi di un figlio
che avrà i miei bottoni

Credo in noi come se fossimo
di un’altra generazione
quella del bene sopra la ragione
Quella che aspetto anche tutta la vita
Per vederti tornare dalla guerra mondiale

Senza di te…

loading...

Advertisements

Commenti Facebook

commenti

About Luca Landoni
Giornalista pubblicista iscritto all'ODG Lombardia. Amante in particolare di gothic/dark e progressive rock. Ha lasciato il cuore nei Marillion epoca Fish. Contatto diretto: blog@gamefox.it
Facebook