P.I.L. live a Roma: recensione e scaletta del concerto

L’Atlantico Live di Roma ieri sera ha visto l’arrivo dei / P.I.L. (in breve), band che ha fatto la storia del punk rock mondiale, nascendo da una costola dei Sex Pistols: quella di Johnny Rotten, il cantante poi autoribattezzatosi Johnny Lydon.

Il set di canzoni non è lunghissimo, ma pieno di sucessi storici della band. Uno su tutti: This is not a Love Song, vero e proprio manifesto dei , arrivato già in aprtura di concerto, subito dopo le entry Deeper Water e Albatross.

The Order of Death viene suonata in medley con The Body, e la prima parte del live si chiude con One Drop.

Poi via ai bis con Public Image, quella Rise che a metà anni 80 diede una significativa svolta al sound della band, in piena era di video revolution, con Johnny che guardava in camera con la sua classica aria da pazzoide che noi tutti amiamo.

Chiusura con la cover dei Leftfield, Open Up, tra il delirio generale.

Ecco di seguito la setlist dei PIL live all’Alcatraz.

Scaletta concerto PIL Roma 27/10/2013

Deeper Water
Albatross
This Is Not a Love Song
Poptones
Careering
The Order of Death
The Body
Warrior
Reggie Song
Death Disco (Swan Lake)
Out of the Woods
One Drop

Bis

Public Image
Rise
Open Up (cover dei Leftfield )

Advertisements

Commenti Facebook

commenti

About Luca Landoni
Giornalista pubblicista iscritto all'ODG Lombardia. Amante in particolare di gothic/dark e progressive rock. Ha lasciato il cuore nei Marillion epoca Fish. Contatto diretto: blog@gamefox.it
Facebook