Skunk Anansie live a Milano: recensione e scaletta del concerto

Il ritorno di Skin a Milano con i ritrovati Skunk Anansie per il tour di supporto all’ultimo “Black Traffic” è stato un grande successo.

Si sa quanto la cantante ami il nostro paese e la gente è sempre accorsa volentieri a guastare le sue coinvolgenti esibizioni live. Vestita di strass (vedi foto) Skin non ha fatto mancare nulla del suo repertorio, lanciandosi spesso e volentieri in mezzo al pubblico e improvvisando duetti con gli astanti.

Anche i Blastema, che personalmente non mi entusiasmano, hanno suonato un buon set introduttivo e non sono dispiaciuto come supporter, poi via classico alla serata con The Skank Heads, seguita da I will break you e I believed in you. Gli spettatori sono già più che coinvolti quando si arriva al recente singolo My ugly boy (da “Wonderlustre” del 2010), primo momento topico della serata.

Ma molti aspettavano le hit, e queste non si sono fatte attendere, sapientemente disposte nei moneti clou di una scaletta ben costruita. Dapprima Hedonism a metà prima parte, poi una grande Charlie Big Potato alla fine .

Neanche il tempo di riprendersi e partono i bis con Tear the place up che introduce una tirata Secretly. Chiusura come da copione con Little Baby Swastikkka.

E oggi si riprende alla Obihall di Firenze, seguita dalle tappe di Cividale del Friuli (Udine) e Cattolica (Rimini).

15/7/2013

The Skank Heads (Get Off Me)
I Will Break You
I Believed in You
God Loves Only You
I Hope You Get to Meet Your Hero
Twisted (Everyday Hurts)
I’ve Had Enough
My Ugly Boy
Weak
Hedonism (Just Because You Feel Good)
Our Summer Kills The Sun
This Is Not a Game
Over the Love
I Can Dream
Spit You Out
Because of You
Charlie Big Potato

Encore:
Tear the Place Up
Secretly
Little Baby Swastikkka

Advertisements

Commenti Facebook

commenti

About Luca Landoni
Giornalista pubblicista iscritto all'ODG Lombardia. Amante in particolare di gothic/dark e progressive rock. Ha lasciato il cuore nei Marillion epoca Fish. Contatto diretto: blog@gamefox.it
Facebook