Thirty Seconds to Mars live a Lucca: recensione e scaletta concerto

Abbiamo seguito in diretta web dal Lucca Summer Festival un concerto davvero stupefacente dei Thirty Seconds to Mars.

Il leader Jared Leto ha dialogato e giocato col pubblico dall’inizio alla fine. Ha fatto salire due persone sul palco (curiosamente entrambe di nome Marco), ha detto che l’Italia è casa sua, si è fatto immortalare avvolto nella bandiera italiana e ha suonato due volte “Do or Die” per poterla registrare al meglio per un video.

Leggendo la nostra cronaca in diretta (clicca qui) potrete scoprire molti altri dettagli curiosi di una serata indimenticabile, il cui apice è stato sicuramente raggiunto durante pezzi come Conquistador, la succitata Do or Die, Search and Destroy e durante la sessione acustica di tre pezzi tra cui un’intensa The Kill.

E poi di nuovo un sacco di gente sul palco letteralmente pescata in mezzo al pubblico e attonita per il gran finale con Up in the Air. Due ore circa di divertimento senza interruzioni, divise in tre sezioni, due elettriche e in mezzo quella acustica con Leto solo alla chitarra. E domani si replica a Padova!

Birth
Night of the Hunter
Search and Destroy
This is War
Conquistador
Depuis Le Début
End of All Days
City of Angels
Pyres of Varanasi

Parte acustica Jared Leto solo

Do you really want me?
Hurricane?
The Kill

(ritorna sul palco la band)

Kings and Queens
Closer to the Edge
Do or Die (ancora)
Up in the Air

Advertisements

Commenti Facebook

commenti

About Luca Landoni
Giornalista pubblicista iscritto all'ODG Lombardia. Amante in particolare di gothic/dark e progressive rock. Ha lasciato il cuore nei Marillion epoca Fish. Contatto diretto: blog@gamefox.it
Facebook