Advertisements
Advertisements

Bruce Springsteen live a Roma: la scaletta del concerto in diretta

Diretta concerto Bruce Springsteen all’Ippodromo delle Capannelle di Roma

Questa sera Bruce Springsteen animerà l’Ippodromo delle Capannelle di Roma con uno dei concerti più attesi dell’anno. Un minimo di 30.000 persone attende il Boss nell’impianto ippico, per un evento la cui scaletta come sempre è avvolta nel mistero e che anche per questo seguiremo in diretta live su Radio Musik. Cercheremo così di darvi la scaletta in tempo reale e di commentare insieme gli eventi principali, con foto del palco e altro.

Clicca qui per tutte le info sul concerto e per la scaletta di Milano.

LA DIRETTA LIVE DEL CONCERTO

Orario di inizio: ore 20,00

Per entrare nell’atmosfera ecco una foto da sotto il palco delle ore 19 circa (fonte Virgin Radio)

bruce-springsteen-roma-1

Ore 20,01: eccoci qua pronti, ma ancora non è scattata l’ora X! 40.000 i presenti circa ma il cielo non promette nulla di buono…

bruce-springsteen-roma-2

Ore 20,25: continua l’attesa…

Ore 20,45: forse è venuto il momento!

bruce-springsteen-roma-3

Ore 20,53: ecco il Boss sul palcoooo!!!! Spiiirittt! Spirit in the Night (da Greetings from Asbury Road) è il pezzo scelto per introdurre il concerto! Da notare che Bruce è salito sul palco sulle note di Ennio Morricone, “C’era una volta in America”.

bruce-springsteen-roma-4

Ore 21: segue My Love will not let you down. Da notare che il Boss a inizio concerto entrato cantando già da fuori stage, per poi attaccare Spirit, grandissimo!

Ore 21,09: attenzione perché parte Badlands e la gente è già in delirio.

Ore 21,16: torniamo al presente con Death to my hometown, terzo singolo di Wrecking Ball. Per ora ci siamo salvati dalla pioggia… speriamo continui a trattenersi eheheh.

Ore 21,22: secondo pezzo da “Tracks”: Roulette. E subito dopo scatta la splendida Lucky Town.

Ore 21,30: e attenzione perché arriva la prima canzone su richiesta: Summertime Blues, presa da un cartello poco oltre il palco! Segue Stand on it. Anche quest’ultima è stata eseguita a richiesta ed era un lato B di Glory Days (1985), mai uscita su album. Ecco il primo cartello:

bruce-springsteen-roma-5

Ore 21,41: ed è tempo di Working On A Highway, yesss!!! La folla già in piena frenesia danzereccia durante “Stand on it” non sta più nella pelle.

Ore 21,46: si ritorna a “Darkness on the Edge of Town” con Candy’s Room, decimo pezzo della serata. Delirio di nuovo: arriva She’s the One! Il pezzo è stato riarrangiato e gode di una grande intro. Intanto una curiosità: è stato il pubblico a scegliere Candy’s Room, preferendola a “Brilliant Disguise” (scelta proposta dal Boss)

Sorpresa! Subito dopo parte lo stesso Brilliant Disguise ahahah. E subito dopo (ore 22 passate da poco) con Kitty’s Back si torna agli albori di “The Wild, the Innocent & the E Street Shuffle”.

bruce-springsteen-roma-7

Ore 22,20: e dopo una versione estesissima di “Kitty’s back”, arriva Incident on 57th Street. Rimaniamo quindi nello stesso album (The Wild).. sorge quasi il dubbio che voglia suonarlo tutto… io comunque spero in “Rosalita”.

bruce-springsteen-roma-8

NON E’ POSSIBILEEEEEEEE!!! Parte proprio Rosalita e il vostro cronista sta male, non aspettatevi altro voglio morire adesso :D. Tre pezzi di fila da “The Wild” ditemi che lo fa tutto…

Ore 22,38: e infatti introdotta dal grido “solo per Roma” indovinate un po’? Parte anche New York City Serenade. Si tratta di uno dei pezzi più amati d’ogni tempo, probabilmente alla prima esecuzione assoluta dal vivo in Europa! Incredibile, sul palco ci sono anche gli archi: sette violini magici per un pezzo magico, come vediamo nella foto:

bruce-springsteen-roma-10

Ore 22,53: segue Shackled and drawn. Si torna dunque a Wrecking Ball, il secondo album della carriera del Boss si ferma a 4 pezzi su 7… ma che pezzi! Subito dopo un bel tuffo negli anni 80 di Darlington County.

Ore 23,05: è il momento di Bobby Jean. Siamo dunque nel momento “Born in the USA” che aveva già visto “Working on the Highway” a inizio show. Waitin’ on a Sunny Day è il pezzo numero 20 della setlist. Siamo a “The Rising” del 2002. E giustamente segue proprio The Rising.

Ore 23,23: Land of hope and Dreams. I pezzi dell’ultimo Wrecking Ball inframmezzano piacevolmente i grandi classici, senza disturbare troppo :).

Ore 23,30: e a quota 22 si chiude la prima parte. Tempo per una piccola pausa 😉

Ore 23,35: si riprende alla grande con Born in the USA! Segue a ruota Born to Run… infarto in arrivo, poveri noi! Intanto da una veloce ricerca apprendiamo che NYC Serenade, salvo un’occasione al Madison Garden nel 2009, non veniva suonata dal Boss da 10 anni (2003)!

Ore 23,42: partono le inconfondibili note di Dancing in the dark. A fine canzone si registra uno strano siparietto che pare una proposta di matrimonio. Ignoti i protagonisti, ma si riparete subito con Tenth Avenue Freeze Out 😀

Ore 23,58: e viene anche l’ora di divertirsi sulle note di Twist and Shout. E come da tradizione dell’ultimo tour, segue la cover di Shout. Alzi la mano chi si ricorda questo pezzo nel film “Porky’s questi pazzi pazzi porcelloni” ahahahah

Ore 0,10: attenzione, tutta la band è uscita di scena lasciando solo il Boss al centro del palco. E si odono le note inconfondibili di Thunder road, che viene eseguita in versione acustica.

bruce-springsteen-roma-12

Ed è la degna conclusione di questo show epico. Qui trovate la scaletta completa e la fotogallery (con altre foto inedite) del concerto.

Buonanotte a tutti e grazie per averci seguito così numerosi! Appuntamento alle prossime dirette dei concerti principali in Italia.

CLICCA QUI PER AGGIORNARE LA DIRETTA

Scaletta in tempo reale Bruce Springsteen Roma

1. Spirit in the Night
2. My Love will not let you down
3. Badlands
4. Death to my hometown
5. Roulette
6. Lucky Town
7. Summertime Blues
8. Stand on it
9. Working On A Highway
10. Candy’s Room
11. She’s the one
12. Brilliant Disguise
13. Kitty’s back
14. Incident on 57th Street
15. Rosalita
16. New York City Serenade
17. Shackled and drawn
18. Darlington County
19. Bobby Jean
20. Waitin’ on a Sunny Day
21. The Rising
22. Land of hope and Dreams

Encore

23. Born in the USA
24. Born to Run
25. Dancing in the Dark
26. 10th Avenue Freeze Out
27. Twist and Shout
28. Shout
29. Thunder Road (acoustic version)

Advertisements

Commenti Facebook

commenti

About Luca Landoni

Giornalista pubblicista iscritto all’ODG Lombardia. Amante in particolare di gothic/dark e progressive rock. Ha lasciato il cuore nei Marillion epoca Fish.

Contatto diretto: blog@gamefox.it