Litfiba in concerto a Radio2Live: streaming e diretta web

dal Lucca Summer Festival

Questa sera Rai Radio 2 trasmette il concerto dei Litfiba per il Trilogia 1983-89 Tour da Lucca, nell’ambito del Lucca Summer Festival per Radio2Live. Per l’occasione abbiamo pensato di dedicare all’evento una diretta web in cui commenteremo la serata e daremo spazio anche ai commenti dei lettori sia tramite lo spazio apposito in coda al pezzo, sia ripubblicandoli dalla nostra pagina Facebook.

L’inizio del concerto è previsto per le 21,30 ma noi inizieremo già alle ore 21,00 in punto. Appuntamento a stasera!

Per ascoltare il concerto dei Litfiba in streaming su Radio 2 clicca qui

Litfiba Radio2Live in concerto da Lucca: la diretta web

Ore 21,02: eccoci collegati e in trepida attesa! Piazza Napoleone a Lucca è già gremita.

Ore 21,15: sempre in attesa. Ricordiamo che voci danno per certo l’inserimento di due nuovi pezzi in scaletta: Onda Araba e Lulù e Marlene. Intanto per radio passano gli Horrors, band interessante.

Ore 21,23: comincia a farsi buio intorno al palco… chissà se cominceranno da prammatica con Eroi nel Vento

Ore 21,28: per radio parlano di influenza degli Smiths sui Litfiba anni 80, mah… parliamo dei P.I.L. piuttosto!

Ore 21,32: ma quando si comincia? Qui la tensione non si regge più… palco buio, stemma del festival illuminato, strumenti accesi e tecnici che girano …

Ore 21,35: ci siamo, salgono sul palco!!!! Sirene di ingresso… parte Guerra??? Eins zwei drei vier è proprio Guerra, clamorosa sorpresaaa!!! Si parte subito da Desaparecido ma non da Eroi nel Vento, la serata promette bene la scaletta è subito diversa da Milano Alcatraz ma anche dal cd live.

da FB: Delfino Curioso: E’ stata una piacevolissima sorpresa iniziare con questo pezzo!!

E parte Versante Est!!! Siamo all’era pre-Desaparecido con questo gioiellino che negli anni 80 era solo un lato B. “Una parte di me per sempre resterà qui mentre la mia anima vola sul fronte est”… poesia pura.

Ore 21,49: ed ecco Eroi nel Vento, spostata dunque dal primo al terzo posto della scaletta.

Ricordiamo che potete commentare il concerto sulla nostra pagina facebook e molti dei commenti verranno riportati nella diretta.

Tziganataaaaaaa!!!!! Continua la saga di Desaparecido. “Eva ballava sul fuoco…” Arriva anche la variante con finale “Santa Sara proteggi”

Ore 21,57: dedicata a Bersani (“quel politico che ha detto mo’ voglio smacchiare il leopardo e si è ritrovato a pecora”) parte La Preda ahahah. Uh clamoroso errore di Piero che attacca la variante “credevi di cacciare ma adesso la preda sei tu” troppo presto. La band sbanda e poi si adegua dopo un giro a vuoto. È la prima volta che sento i Litfiba prendere una magra del genere. Il secondo attacco invece è giusto. Ricordo che La Preda era sì lato B di Luna come detto in radio, ma era anche inclusa nel primo album.

Ore 22,20: è il momento di Transea, altro singolo pre-Desaparecido. “Raggio debole puoi entrare dentro di me” questa volta senza presentazione sul periodo psichedelico. Anche qui toppa drammatica di Ghigo che stecca un assolo di chitarra sul ritornello.

Ore 22,08: tocca a Istanbul con classica presentazione sull’incrocio tra le civiltà, quanto mai attuale. E arriva la variante finale con accenno a Taksim, luogo simbolo della rivolta turca.

Ore 22,15: siamo a 17 Re con Apapaia. Spero che questo non significhi il taglio di Elettrica Danza e dell’auspicata (ma non nel live) Onda Araba. Su “Dammi idee (per sopravvivere)” un inconveniente tecnico taglia le parole di Piero.

Ore 22,20: arriva Pierrot e la Luna, gloria per Antonio Aiazzi protagonista assoluto di questo splendido pezzo ispirato dal Pierrot Lunaire di Schönberg. Piero è un po’ fuori, sbaglia due volte il ritornello: “bianca squama di cielo” al posto di “bianca lebbra di luce” e poi per rimediare il misto “Bianca lebbra di cielo”. Anche gli attacchi sono spesso non sincronizzati. Pezzo da dimenticare rispetto alla stupenda versione del cd live (ma anche rispetto a Milano). Che ci siano problemi di ritorno in cuffia?

Ore 22,26: l’atmosfera inconfondibile di Ballata riempie la piazza. Poi lo speaker annuncia una sorpresa e ci aspettiamo chissà che, mentre parte Elettrica Danza, non che ci dispiaccia ma c’era anche sul live. Comunque anche qui variazione di scaletta rispetto al cd live.

Ore 22,36: Re del Silenzio! Problemi per Aiazzi sul terzo accordo della strofa. Li sistema al secondo passaggio.

da Facebook: Emanuele Brado Leone: aiazzi canna qualche nota sull’intro (confermo)

Ore 22,41: arrivano le macchie bluuuuuuuuu: Gira nel mio Cerchiooooooooo! Unooooo non sei più soloooo Dueeee elevi lo spiritoooo Treee esploderaiiii 456 con l’energia del ventoooo 78 Gira nel mio cerchioooooo

ONDA ARABAAAAAAAAAAAAAAAA
. Avevamo preannunciato questo pezzo, che risente evidentemente delle poche prove, ma è comunque un bellissimo regalo per i fan che non l’hanno mai sentita (io la sentii live al Prego di Milano 17 Re Tour nell’87, crepate d’invidia ahahahaha)

Ore 22,51: dovrebbe partire Cane. E così è, dunque di 17 Re manca solo Ferito, vediamo se la faranno subito dopo. “Come Dudu come Dudu” e i Litfiba lasciano il palco. Fine prima parte, dunque penso si riprenderà da Litfiba 3.

Ore 22,59: la band torna sul palco e attacca Lulù e Marlene, clamorosissimo! Altra novità rispetto al live. Piero attacca lento, versione intimista poi il pezzo accelera pian piano. Gran finale, davvero una bella versione, che riscatta qualche imprecisione precedente.

Da Facebook: Ron Iacovelli: Il Delay sotto non è a tempo .. Pierooooooooooooooooooooooooooooo ma che hai oggi?

Ore 23,04: Louisiana con classica dedica contro la pena di morte attacca il periodo Litfiba 3. E siamo all’OEEEE OAAAA come sempre intonato da tutto il pubblico. Brividi. Segue quella che dovrebbe essere l’unica incursione in “Pirata”: Il Vento.

Ore 23,18: fa un po’ sorridere quasi trent’anni dopo la dedica al Papa polacco (oggi idolatrato da tutti) per Santiago, memoria di una visita dell’epoca al dittatore Pinochet. Piero parla anche di comunismo con una certa ironia.

Ore 23,23: altra sorpresona, arriva Paname, altra esclusa del cd live! A Paname, blasè! Finora rispetto alla scaletta classica manca solo Ferito. Teoricamente dovrebbero essere sicure Resta, Corri, Tex e Ci sei solo tu. A rischio Amigo? Ma è strano che venga a mancare la dedica a Ringo De Palma…

Ore 23,30: Corriiiiiiiiiiiiiiii. Notte, come un lupo nella notte…. posso svelarvi che è la canzone preferita da mia figlia (3 anni). E in effetti subito dopo parte Amigo, introdotta dal grido: sei prontooo? che noi sappiamo dedicato a Ringo, anche se Piero non lo nomina. Lo farà dopo?

Da FB: Delfino Curioso: Si sono rifatti con Paname!! Splendida!!

Ore 23,38: Resta viene introdotta da una filippica antinuclearista. purtroppo salta Ci sei solo tu. Ecco il gran finale con Tex!

E con un beneaugurante “ci vediamo alla prossima” si conclude un concerto afflitto da molti problemi di audio e tecnici ma comunque stupendo. Qui trovate ancora la scaletta completa e commentata. Arrivederci ai prossimi appuntamenti live sempre in diretta su radiomusik.it!

Intanto tutti i ragazzi si buttano sul pubblico: stagediving clamoroso! Piero batte cinque a tutti, Ghigo lancia la scaletta… succede di tutto. Piero fa le corna e la diretta finisce davvero. Ciao a tutti, alla prossima!

CLICCA QUI per aggiornare la diretta

Advertisements

Commenti Facebook

commenti

Facebook