Advertisements
Advertisements

I Rolling Stones trionfano al Glastonbury Festival: recensione e scaletta

Dal nostro inviato al .

Qualcuno lo ha definito l’evento dell’estate musicale 2013. Difficile a dirsi se sia stato davvero così, ma certo che i mitici ce l’hanno messa tutta per farlo diventare tale, a partire dalla scaletta.

Via subito con Jumpin’ Jack Flash, seguita da It’s Only Rock ‘N’ Roll (But I Like It) e Paint It Black. Chi può permettersi oggigiorno di iniziare con un trittico così? E non è finita, perché segue un’altra hit pazzesca come Gimme Shelter (a proposito, chi se ne ricorda la splendida cover in salsa gotica dei Sisters of Mercy?).

Mick Jagger domina il Pyramid Stage e racconta di essersi goduto gli Arctic MOnkeys il giorno prima, poi sciorina Glastonbury Girl (sarebbe Factory Girl rinominata per l’occasione), Wild Horses e Doom And Gloom.

Per l’occasione la band include anche Mick Taylor alla chitarra e il sassofonista Bobby Keys che danno un tocco allo show, che vede un Keith Richards in grande spolvero, scatenato alla voce in You Got The Silver e Happy.

Ma è con la doppietta da infarto Sympathy For The Devil – Start me Up che il delirio collettivo raggiunge il suo apice, con una sorte di gigantesca fenice meccanica che dispiega le sue ali e sputa fuoco da sopra il palco.

Una Tumbling Dice interlocutoria introduce Brown Sugar, che chiude la prima parte della setlist alla grande. Tempo per i due bis della serata che, indovinate un po’?, sono quanto di meglio ci si possa aspettare per chiudere la serata. Apre You Can’t Always Get What You Want, cantata con l’ausilio di un coro femminile in stile semi-gospel, e chiude l’immancabile Satisfaction, seguita dai fuochi d’artificio.

Inchino di rito e via: gli Stones non muoiono mai!

Ecco di seguito la scaletta completa.

29/6/2013

Jumpin’ Jack Flash
It’s Only Rock ‘N’ Roll (But I Like It)
Paint It Black
Gimme Shelter
Glastonbury Girl
Wild Horses
Doom And Gloom
Can’t You Hear Me Knocking
Honky Tonk Women
You Got The Silver
Happy
Miss You
Midnight Rambler
2000 Light Years From Home
Sympathy For The Devil
Start Me Up
Tumbling Dice
Brown Sugar

You Can’t Always Get What You Want
Satisfaction

Advertisements

Commenti Facebook

commenti

About Luca Landoni
Giornalista pubblicista iscritto all'ODG Lombardia. Amante in particolare di gothic/dark e progressive rock. Ha lasciato il cuore nei Marillion epoca Fish. Contatto diretto: blog@gamefox.it