Advertisements
Advertisements

Licitra vince X Factor: complotto tafazziano contro i Maneskin

E dunque ha vinto X Factor 2017: un evento a sorpresa per chi avesse seguito tutte le puntate; meno per chi si è collegato solo in occasione della finale “in chiaro” su Cielo. Che infatti al solito pubblico di Sky si fosse sovrapposto quello più popolare e sanremese che poi ha deciso le sorti della gara appare più che evidente.

E così abbiamo deciso di giocarci i Maneskin, e non per valore ma per pura antipatia. Che non appaiono simpatici (il frontman in particolare) è infatti evidente, ma è davvero questo il punto a cui dobbiamo ispirarci? È meglio la simpatica Amoroso che l’ombroso Ivano Fossati? Davvero vogliamo questo?

Licitra ha una gran voce tenorile e canta da dio persino i pezzi di Freddie Mercury… ok e allora? Questo fa di lui una novità? Un artista interessante? E rispondete a questo: chi si comprerà mai il suo inedito in inglese (??!!!) dal titolo scopiazzato dagli U2?

E niente, come al solito il pubblico italiano ha deciso tafazzianamente di penalizzare una buona proposta musicale rock – i Maneskin appunto – che se non è una novità totale, quantomeno lo è per un talent, per favorire il solito esponente del bel canto che ovviamente scomparirà in un batter d’occhi. Ve lo ricordate Matteo Becucci? Ecco, l’effetto è simile, finirà a fare Tale e Quale Show, e magari pure a vincere e stop, fine.

E pensare che persino l’odiatissima concorrenza di Amici di Maria De Filippi un anno ha avuto i coraggio di far vincere The Kolors invece della solita Marrone/Elodie/Amoroso di turno… ma X Factor no. E poi ci si lamenta che i vincitori dei talent non vendono niente…

 

Advertisements

Commenti Facebook

commenti

About Luca Landoni
Giornalista pubblicista iscritto all'ODG Lombardia. Amante in particolare di gothic/dark e progressive rock. Ha lasciato il cuore nei Marillion epoca Fish. Contatto diretto: blog@gamefox.it