Advertisements

Blink-182 e Linkin Park al I-Days Festival di Monza: è nato un nuovo amore?

Secondo il famoso film The Idyll of Miss Sarah Brown, ispirato al racconto di Damon Runyon, quando qualcuno lancia una sfida stravagante probabilmente ne uscirà vincente.

In vista del “I-Days Festival di Monza”, il grande evento musicale che si è svolto dal 15 giugno al 18 giugno presso il Parco di Monza, i Linkin Park e i Blink-182 hanno lanciato la loro sfida e l’hanno fatto a modo loro: recitando in un video come improvvisati consulenti di coppia, elargendo consigli sulle strategie per innamorarsi.

Nel video, infatti, una ragazza e un ragazzo si incontrano per la prima volta in un caffè accompagnati dalle due band, (i Blink-182 a sostegno del ragazzo e i Linkin Park a sostegno della ragazza), e vengono interrotti da suggerimenti su come presentarsi, quali caratteristiche risaltare di se stessi o tattiche per conquistare l’altra.

Grazie a tale video, infatti, i due gruppi musicali annunciano la loro temporanea “relazione” che non solo li ha già visti esibirsi insieme sul palco del “I-Days Festival di Monza”, insieme ad altri colossi della musica contemporanea come i Green Day e i Radiohead, ma che li vedrà uniti anche in una serie di concerti speciali che si terranno negli Stati Uniti il prossimo luglio.

Le due band non avrebbero bisogno di presentazioni, avendo contagiato un’intera generazione con la loro musica, così come la decisione di unirsi ufficialmente per una serie di concerti non desta tanto stupore. Da tempo, infatti, non nascondevano le reciproche simpatie. Basti ricordare l’entrata a sorpresa di Travis Barker dei Blink-182 durante il “Concerto per le Filippine” dei Linkin Park già nell’estate del 2014, che ha suonato con la band “Bleed It Out”, il secondo singolo del loro terzo album “Minutes to Midnight”.

Ma è solo tornando indietro nel tempo e soffermandosi sulle loro carriere che ci si rende conto di quanto straordinaria sia l’unione di questi due “gruppi-idolo” degli anni ’90.

I Linkin Park, composti da Chester Bennington, Rob Bourdon, Brad Delson, Dave ‘Phoenix’ Farrell, Joe Hahn e Mike Shinoda, oltre ad aver vinto 2 Grammy Award, con il loro album Hybrid Theory sono la band che ha venduto 19 milioni di copie nel mondo, record assoluto del ventunesimo secolo. Nella classifica Billboard 200, inoltre, sono l’unica band che ha visto 10 singoli nelle alternative chart. Attualmente stanno per uscire con il loro settimo album per Warner Brothers Records.

I Blink-182, conosciuti soprattutto grazie al singolo “What’s my age again?”, un video divertente che li ha fatti salire alla ribalta grazie a un audace umorismo, sono tornati a suonare proprio nel 2016 con la nuova formazione di Mark Hoppus, Matt Skiba e Travis Barker e il nuovo album, “California”, entrato nella top 5 degli album più venduti in Italia. Il loro terzo album, “Enema of the State”, ha venduto 15 milioni di copie nel mondo e ha rappresentato a lungo il simbolo della generazione di fine anni ’90 con i singoli What’s My Age Again?, All the Small Things e Adam’s Song e, tra gli altri, Mutt, parte della colonna sonora di American Pie.

Sebbene ci siano state delle sostituzioni importanti nel tempo per entrambe le band, una delle più famose è stata quella di Tom DeLonge per i Blink-182, l’originalità e la qualità delle loro musiche ha premiato questi due gruppi con un successo permanente destinato a crescere, nella speranza di imporsi anche nel 2017 sul panorama musicale a livello mondiale rispetto a prodotti più commerciali e meno duraturi.

L’originale sfida di questa estate, in America, sarà quella di provarci insieme, come una vera coppia. E, secondo il film The Idyll of Miss Sarah Brown, all’originale sfida non potrà che seguire una vittoria assicurata.

loading...

Advertisements

Commenti Facebook

commenti

About Luca Landoni
Giornalista pubblicista iscritto all'ODG Lombardia. Amante in particolare di gothic/dark e progressive rock. Ha lasciato il cuore nei Marillion epoca Fish. Contatto diretto: blog@gamefox.it
Facebook