Novità a Radio24, ecco Dai e Vai: recensione

C’è una certa emozione nel tornare a sentire due voci che hanno accompagnato noi calciofili sulle frequenze di Radio2 dal 2000 al 2010 con Catersport, trasmissione che è stata dapprima chiusa  nel suo orario pomeridiano della domenica, ed è stata infine confinata al commento del posticipo di Serie A in streaming. Era l’era in cui venne epurata la Gialappa’s band e fu anche chiuso Grazie per averci scelto,  ideato da Marco Santin. Per due anni siamo rimasti orfani di un programma che commentasse in chiave ironica le vicende dello sport più amato, una trasmissione che riuscisse a strappare un sorriso anche quando la nostra squadra del cuore usciva sconfitta dal campo.  Da 2 anni mancavano iniziative come il “Caterstadio”, un evento che raccoglieva diverse persone che portavano libagioni di varia natura e bivaccavano allegramente davanti ad un maxischermo guardando l’anticipo o il posticipo del giorno, il quale veniva commentato in studio dai conduttori del programma. Nel 2006 venne pubblicato dalla Fandango libri il volume intitolato: “Una palla di racconto” , che raccoglieva  pezzi di prosa scritti dagli ascoltatori. Questa antologia venne presentata  sabato 6 maggio del 2006 nella Sala blu presso il Salone del libro di Torino. Chi scrive era presente. Ultima grande iniziativa  derivante dalle simpatiche menti di Catersport è stata 11Secchi, il Fantacalcio libero che permetteva di schierare qualsiasi giocatore senza vincoli di soldi. L’unica condizione consisteva nel fatto che, non essendo contemplate le sostituzioni, per vincere bisognava  schierare 11 giocatori in grado di prendere voto.

Ebbene, se ci fosse ancora qualcuno con un minimo di nostalgia verso tutto questo, è tornato un format non molto differente da quello di Catersport. Domenica 13 gennaio è partito su Dai & Vai : un programma condotto da due speakers provenienti da quella esperienza. Si tratta di e   con la partecipazione di Luca Cancellara.  va in onda la domenica pomeriggio dalle 16:30 alle 18:00 e dalle 22:00 alle 23:00 alla sera. E’ rimasta la formula vincente dei vecchi tempi; ovvero si aggiornano i risultati degli eventi del weekend lasciando però da parte i tecnicismi degli esperti  ed affrontando anche i temi scottanti con una punta di cazzeggio. Facendo un sunto complessivo delle due fasce orarie, la prima puntata ha registrato gli interventi del CT della nazionale Under 21 Devis Mangia, del Presidente del Comitato italiano per le Paralimpiadi Luca Pancalli che ha presentato il suo ultimo libro scritto assieme a Giacomo Crosa intitolato Lo specchio di Luca, e del calciatore  blucerchiato Enzo Maresca che essendo ancora infortunato ha inaugurato la rubrica “Restando a casa”,  In serata hanno partecipato telefonicamente anche Antonio La Torre, vecchia conoscenza dei conduttori nonché  profondo conoscitore del mondo dell’atletica, e Pierpaolo Romani che ha presentato la sua fatica letteraria intitolata: ” Calcio criminale”.

Ogni intervento  è preceduto e spesso seguito da musica raffinata e smaccatamente anti-commerciale. C’è stato spazio anche  per le telefonate degli ascoltatori sul tema “Quale squadra ti è antipatica?”. A dire il vero alcuni non sembrano aver compreso il tono ironico ed a tratti canzonatorio del nuovo contenuto radiofonico.  L’esordio è stato positivo e soprattutto ci sono ampi margini di crescita (soprattutto per quel che concerne la voce di  Luca Gattuso che domenica a proposito di raucedine  ha surclassato il compianto Sandro Ciotti. Leggendo i primi commenti nei vari social network c’è chi sogna un ritorno al quartetto di Catersport che però è altamente improbabile perché a Radio2 Marco Ardemagni e Giorgio Lauro sono colonne portanti di Caterpillar ed Un giorno da pecora.  Le puntate di Dai&Vai  potranno essere ascoltate in podcast sul sito di Radio24

Advertisements

Commenti Facebook

commenti

About Stefano beccacece
Stefano Beccacece nasce nel 1985 a Torino. Sino a pochi anni fa poeta - ha pubblicato due raccolte tra il 2006 ed il 2010 - ora fa prevalentemente il blogger con l'aspirazione di divenire giornalista pubblicista. Dal 2012 scrive di calcio e mass media. Su Radiomusik potete leggerlo prevalentemente nella sezione "Radio News".
Facebook