Advertisements
Advertisements

The Cure in concerto a Milano: recensione e scaletta

Prosegue il tour italiano dei che ieri sera, martedì 1 novembre, si sono esibiti con la prima delle due tappe milanesi, in scena al Mediolanum Forum di Assago completamente riempito dal numeroso pubblico.

Si inizia alle 20.30 con leggero ritardo rispetto a quanto previsto. Ma attendere qualche minuto in più ne è valsa sicuramente la pena: come ci si attendeva, anche questa terza tappa ha proposto uno show e una scaletta rinnovata rispetto ai precedenti concerti dei giorni scorsi. Ad aprire la prima data milanese è Open, brano che risale al 1992 e che è contenuto in Wish, nono album del gruppo inglese. E di questo disco sentiremo numerose tracce: si prosegue subito con High ma più avanti ci sarà spazio per Trust, From the Edge of the Deep Green SeaDoing the Unstuck ed End, con quest’ultima che chiuderà la prima parte di concerto prima dei bis. Non mancherà nemmeno Friday I’m in Love, accompagnata da enormi cuori colorati sullo schermo alle spalle del palco.

Un concerto in cui troviamo un po’ di tutto, ad vecchie hit ai recenti successi come The hungry ghost. Il pubblico apprezza e accoglie ogni brano con entusiasmo, cantando ogni singola parola di ciascun testo. Nelle prime file si balla e si salta: sul palco non è da meno il bassista Simon Gallup che trascinato dalla musica si muove avanti ed indietro per lo stage come un dannato.

Sono oltre due ore di musica ed una scaletta che ha contato trentuno brani, con ben tre bis, si chiude questo primo concerto milanese dei The Cure che replicheranno questa sera con una scaletta ancora una volta rinnovata.

 

Ecco di seguito scaletta completa dell’1 novembre e il link all’archivio storico delle scalette dei Cure.

Scaletta concerto The Cure Milan 1-11-2016

Al link sopra l’archivio storico delle scalette dei concerti dei The Cure

Open
High
A Night Like This
The Walk
Push
In Between Days
Pictures of You
This Twilight Garden
Lovesong
Primary
Charlotte Sometimes
Just Like Heaven
Trust
Want
The Hungry Ghost
From the Edge of the Deep Green Sea
End

BIS1:
It Can Never Be the Same
Shake Dog Shake
Burn
A Forest

BIS2:
Lullaby
Fascination Street
Never Enough
Wrong Number

BIS3:
Hot Hot Hot!!!
Friday I’m in Love
Doing the Unstuck
Boys Don’t Cry
Close to Me
Why Can’t I Be You?

 

Advertisements

Commenti Facebook

commenti

About Andrea Izzo

La musica reggae è la mia grande passione: adoro tutta la musica giamaicana dallo ska al new roots, passando per la vecchia dancehall. Frequentatore assiduo di concerti, ho girato l’Italia per ascoltare i grandi artisti che amo.