Advertisements
Advertisements

Mumford and Sons live a Milano: recensione e scaletta

Summer Arena in festa ieri per l’unica data italiana dei , i “Signori della Strada” e alfieri del new folk che hanno animato lo spazio antistante il Mediolanum Forum di Assago (Milano).

E non sono mancate le sorprese, come l’incursione del grande pianista Ludovico Einaudi in Dust Bowl Dance che ha chiuso la prima parte del concerto (sua l’intro) e se vogliamo anche l’omaggio al Boss Bruce Springsteen, che curiosamente aveva suonato a Milano proprio il giorno prima, con la splendida cover di I’m on Fire.

Cinque i bis che hanno chiuso il concerto, tra i quali festeggiatissimo come sempre è stato The Wolf, che ha spedito a casa il pubblico col sorriso sulle labbra. A presto, ragazzi!

Scaletta concerto Mumford and Sons Milano 4-7-2016

Al link sopra l’archivio storico delle scalette dei concerti dei Mumford and Sons

Snake Eyes
Little Lion Man
White Blank Page
Wilder Mind
Holland Road
Lover of the Light
Tompkins Square Park
Believe
Broken Crown
Ghosts That We Knew
Lovers’ Eyes
The Cave
Roll Away Your Stone
Ditmas
Dust Bowl Dance

BIS

Hot Gates
I’m on Fire (Bruce Springsteen)
Babel
I Will Wait
The Wolf

 

Advertisements

Commenti Facebook

commenti

About Luca Landoni

Giornalista pubblicista iscritto all’ODG Lombardia. Amante in particolare di gothic/dark e progressive rock. Ha lasciato il cuore nei Marillion epoca Fish.

Contatto diretto: blog@gamefox.it