Duran Duran live a Milano: recensione e scaletta

Ultima data italiana per i , di scena al Mediolanum Forum di Assago (Milano). E che la mitica band new wave britannica che cambiò la musica anni 80 sia a suo agio nel nostro paese si è visto per l’ennesima volta, con un live act caldo e amatissimo dai fan entusiasti accorsi in gran numero.

Via con Paper Gods ed è subito il vecchio inno dei paninari a riportarci giovani: “Wild Boys!”. Tornano in mente anche vecchi sketch del Drive In, ma non è sicuramente questa la cifra stilistica dei nostri. I Duran veri si vedono su pezzi come The Reflex e Girls on Film (che chiudono la prima parte) e naturalmente sull’immortale Planet Earth che li lanciò nell’empireo della musica, e che qui viene mischiata all’omaggio a David Bowie (Space Oddity). E poi ci sarà anche Let’s dance in coda a White Lines.

I bis sono gli stessi di tutti il tour, ma che bis! Save a Prayer come di consueto è cantata da tutto lo stadio e Rio è davvero troppo esaltante per chiudere tutto. Vorremmo di più, ma è davvero finita. Peccato. Tornate presto, ragazzi! E magari la prossima volta fateci The Chauffeur….

loading...

Scaletta concerto Duran Duran Milano 12-6-2016

Al link sopra l’archivio storico delle scalette dei concerti dei Duran Duran

Paper Gods
The Wild Boys
Hungry Like the Wolf
A View to a Kill
Come Undone
Last Night in the City
What Are the Chances?
Notorious
Pressure Off
Planet Earth/Space Oddity
Ordinary World
I Don’t Want Your Love
White lines/Let’s dance
(Reach Up for the) Sunrise / New Moon on Monday
The Reflex
Girls on Film

BIS

Save a Prayer
Rio

 

Advertisements

Commenti Facebook

commenti

About Luca Landoni
Giornalista pubblicista iscritto all'ODG Lombardia. Amante in particolare di gothic/dark e progressive rock. Ha lasciato il cuore nei Marillion epoca Fish. Contatto diretto: blog@gamefox.it
Facebook