Elvis Costello live a Milano: recensione e scaletta del concerto

È andato in scena ieri sera, martedì 24 maggio, presso il Teatro degli Arcimboldi di Milano uno dei concerti italiani di , impegnato con il suo Detour, uno spettacolo incentrato sulla celebrazione dei suoi primi quaranta anni di carriera.

Già prima dell’inizio del concerto, nel teatro milanese riecheggiano le note della musica di Costello ma in molti rimangono a bocca aperta non appena vedono lo scenario che si presenta sul palco: una grande televisione vintage fa da padrona e proprio a questa enorme tv è affidato l’apertura dello show. Le luci si abbassano e viene proposto il video del brano Monkey to man che, poco dopo, fa da apripista all’ingresso in scena del cantante.

Sono le ore 21 ed ecco sul palco Elvis Costello che si presenta con un completo nero con tanto di occhiali da sole. Dietro di lui (e davanti al televisore) una sfilza di chitarre che accompagneranno lo show. Si inizia con Complicated shadows anche se sono ancora presenti gli strascichi del virus che ha colpito il cantante la settimana scorsa e lo ha obbligato ad annullare diversi concerti.

Piano piano però Costello prende voce e propone brani come Invasion hit parade o Face in the Crowd, alternando anche brani suonati al pianoforte. Lo spettacolo si conclude con un doppio bis: un primo composto dal quartetto di canzoni Everyday I write the book, Burn the Paper Down to Ash, What’so funny e Alison ed un secondo dove spiccano Side by side, Jimmie standing in the Rain e I want you.

Qui di seguito vi lasciamo la scaletta dello show, ricordandovi che il tour prosegue da questa sera, 25 maggio, fino al 31 tra Padova, Firenze, Bologna, Roma e Brescia.

Scaletta concerto Elvis Costello Milano 24-5-2016

Al link sopra l’archivio storico delle scalette dei concerti di Elvis Costello

Complicated shadows
Accidents Will Happen
Ascension Day
Brilliant Mistake
Church undergrond
Bedlam
Invasion hit parade
She’s pulling out the pin
Shipbuilding
Matthew met Mary
Shot With His Own Gun
Face in the Crowd
Little White lies
Ghost Train
Beyond Belief
Almost Blue / all or Nothing at all
Watching the detectives

Everyday I write the book
Burn the Paper Down to Ash
What’so  funny
Alison

Side by side
Jimmie standing in the Rain
I want you

 

Advertisements

Commenti Facebook

commenti

About Andrea Izzo
La musica reggae è la mia grande passione: adoro tutta la musica giamaicana dallo ska al new roots, passando per la vecchia dancehall. Frequentatore assiduo di concerti, ho girato l'Italia per ascoltare i grandi artisti che amo.
Facebook