Fabrizio Moro live a Roma: scaletta e recensione

Prosegue il Via delle Girandole 10 tour di che dopo esser partito da Bari lo scorso marzo, sta portando il nuovo album in giro per l’Italia. In attesa di vederlo sul palco del Concerto del Primo Maggio di Roma, il cantante ha fatto nuovamente tappa nella capitale per esibirsi al Palalottomatica.

L’inizio dello show è da brividi con le luci che si spengono per far spazio alle proiezioni sul maxischermo posto alle spalle del palco: un uomo che cammina in quello che sembra un campo di grano, sotto un cielo stellato. Passano pochi secondi e Moro intona le note di Un’altra vita e subito il pubblico parte all’unisono a cantare. Il Palalottomatica diventa subito una distesa di luci, un mix tra accendini e schermi degli smartphone: l’effetto è da brividi.

Ancora al buio e con un lupo che cammina in bosco fa da apripista a Fammi sentire la voce, con cui si accendono le luci del palazzetto dello sport. Segue poi Il peggio è passato e lo show andrà avanti con brani dell’ultimo album ma anche le hit del repertorio come Pensa, proposta sul finire del concerto. Non mancheranno momenti più rock con cui il pubblico si scatena a performance più intime.

Scaletta Fabrizio Moro live Roma 28 aprile 2016

Un’altra vita
Fammi sentire la voce
Il peggio è passato
Respiro
Tu
Buongiorno papà
Eppure mi hai cambiato la vita
Comunicando
Alessandra sarà sempre più bella
Sono anni che ti aspetto
L’Italia è di tutti
Soluzioni
L’eternità
Babbo Natale esiste
Acqua
Sono solo parole
Il senso di ogni cosa
Sangue nelle vene
L’inizio
Libero
Da una sola parte
Sono come sono
Pensa
Domani
Parole rumori e giorni
Pace

Advertisements

Commenti Facebook

commenti

About Andrea Izzo
La musica reggae è la mia grande passione: adoro tutta la musica giamaicana dallo ska al new roots, passando per la vecchia dancehall. Frequentatore assiduo di concerti, ho girato l'Italia per ascoltare i grandi artisti che amo.
Facebook