Il Fronte Animalista: “Cruciani, non finisce qui! O Radio 24 lo frena, oppure…”

CRUCIANI CONTRO SCANZI: “SEI UN DEFICIENTE”

 

Neppure la festività pasquale ha sedato le polemiche in seguito all’aggressione – avvenuta venerdì scorso – nei confronti del conduttore de La Zanzara Giuseppe Cruciani da parte del Fronte Animalista.

Postando il video dell’accaduto pubblicato dal Corriere della Sera, gli animalisti – attraverso la propria pagina Facebook – hanno aggiunto il seguente messaggio: “CRUCIANI PRIMA PROVOCA….POI SCAPPA! Chi predica violenza, sopraffazione e specismo, e in più deride e porta in studio animali condannati a morte, si deve aspettare solo una reazione forte e decisa degli animalisti.
Questa è arrivata, ma non finisce qui!”.

Prosegue il messaggio: “Chiediamo alla redazione di radio 24 di mettere un freno a questa “persona”…altrimenti metteremo in atto altre proteste!”.

Intanto sul profilo Twitter del conduttore troviamo pezzi  di coloro che egli definisce “poveracci” e  “miserabili” – ovvero coloro  che a suo dire non sanno nulla e sono a favore della violenza come nel caso di questo articolo del Fatto Quotidiano firmato da Maurizio Martucci, ma anche pezzi di autori che – come in questo articolo di John Doe su Giornalettismo.com – pur riconoscendo come provocatorii  alcuni recenti comportamenti di Cruciani, non ammettono la violenza e soprattutto riconoscono la non comparabilità tra uomo ed animale.

E  ieri sera al TG4, è andato in onda un servizio (minuto 22) che ha parlato sia dell’accaduto sotto la sede del Sole 24 Ore, sia del dibattito “Agnello si, agnello no?” con due voci contrapposte: da una parte la nota parlamentare animalista Michela Vittoria Brambilla, dall’altra lo stesso Cruciani: “L’agnello è una tradizione ed è molto buono oltre a non essere uguale a noi.  E’ fatto per essere serenamente mangiato, quindi non c’è nessuna strage.  E’ ignobile fare paragoni con gli eccidi della storia”.

Stefano Beccacece (On Twitter @Cecegol)

Advertisements

Commenti Facebook

commenti

About Stefano beccacece
Stefano Beccacece nasce nel 1985 a Torino. Sino a pochi anni fa poeta - ha pubblicato due raccolte tra il 2006 ed il 2010 - ora fa prevalentemente il blogger con l'aspirazione di divenire giornalista pubblicista. Dal 2012 scrive di calcio e mass media. Su Radiomusik potete leggerlo prevalentemente nella sezione "Radio News".
Facebook