Gianni Maroccolo live a Scandicci: scaletta e recensione

E finalmente giunse il giorno della prima spettacolare data del tour celebrativo di , un uomo che ha fatto la storia del rock italiano e sicuramente uno dei più geniali bassisti del panorama nostrano. Come previsto la scaletta ha spaziato lungo 30 anni di storia… e non poteva essere diversamente per un tour denominato Nulla è andato perso – da Via de’ Bardi 32 a vdb23.

Dall’amico-compagno dell’ultima avventura (prima di morire, ahimè) Claudio Rocchi, a Litfiba e Csi, per passare da alcune cover di pregio di Battiato e Capossela, la serata è stata indimenticabile. I Litfiba rivivono in due pezzi dell’ep Transea: Versante Est – già suonato nel tour della Trilogia – e il misconosciuto e bellissimo strumentale Maria Walewska, ma anche ne La Battaglia (ospite sul palco Ghigo Renzulli, video subito sotto) tratto dall’Eneide di Krypton, e in Peste. E ricordiamoci che alle tastiere c’era niente meno che il signor Antonio Aiazzi, altro pezzo di storia.

E poi ci sono i Csi di Annarella e anche la voce di Andrea Chimenti – già frontman di un altro gruppo geniale e purtroppo di breve durata come i Moda. Insomma, la serata perfetta.

Ecco di seguito la setlist completa.

Scandicci 6-2-2016

La realtà non esiste [Claudio Rocchi]
Rinascere Hugs suite
Nights & storms
Aria di rivoluzione (Battiato)
SS. Dei Naufragati (Vinicio Capossela)
Peste (Litfiba)
Versante Est (Litfiba)
Inquieto (Csi)
LD7M (Les dernierès sept minutes de mon Pere)
Annarella (Csi)
Elianto
La battaglia (Litfiba)
Cori descrittivi di stati d’animo di Didone (Andrea Chimenti)
Non accenderti (Andrea Chimenti)
Nulla è andato perso
Opening (Philip Glass)
Perché il mio amore (Fausto Rossi)
Maria Walevska (Litfiba)

 

 

 

Advertisements

Commenti Facebook

commenti

About Luca Landoni
Giornalista pubblicista iscritto all'ODG Lombardia. Amante in particolare di gothic/dark e progressive rock. Ha lasciato il cuore nei Marillion epoca Fish. Contatto diretto: blog@gamefox.it
Facebook