SOS dei Narcolexia: non riuscirete più ad ascoltare altro (video)

Un post laconico su Facebook annuncia un evento che non possiamo ignorare, e che per noi rappresenta una rinascita reale. Il ritorno della musica italiana vera, che per noi è quella che riconduce all’ultimo afflato di originalità artistica del nostro paese: la scena indie anni 80, da cui nacquero gruppi come i Moda, i Diaframma, e naturalmente i Litfiba prima di rovinarsi negli anni 90 del riflusso commerciale.

“Signore e signori, ecco il primo video per il rinato progetto !”

Prima di proseguire qualche cenno storico. I Narcolexia nascono a cavallo del nuovo millennio e raggiungono una certa notorietà  con il loro primo singolo Danza (1998). Sempre di quell’anno è il loro album Sovraccarico sensoriale che vi consigliamo di ascoltare. Lo trovate per intero sulla pagina Youtube ufficiale.

Passano molti anni da quell’epoca ruggente, fino al fatidico mese di novembre 2015, quando un progetto di cui eravamo a conoscenza da tempo, ma che sembrava ormai perso nelle nebbie del tempo vede finalmente la luce. Un progetto firmato da dal titolo SOS, sotto forma di singolo dall’impatto spaventoso, certamente acuito anche da un video con scene di guerra che ipnotizzano lo spettatore e che potete vedere e ascoltare subito sotto.

Un capolavoro. Non si può descrivere altrimenti questo tuffo in una darkwave elettronica che ci ricorda tante cose: i Bauhaus innanzitutto, oppure un suggestivo incontro generazionale tra i Sisters of Mercy e i Project Pitchfork, o i geniali DAF di Der Mussolini. Non ci resta che attendere l’album completo.

“L’istinto se c’è continua da sè
a stare nel mutare, nel ricontestualizzare
Il cuore sa già trovare coerenza
Sogno Mittelpunk a Berlino Sturm und Tanz”

Musica e testo: Massimo Cordovani
Mixing: Alberto “Skizzo” Bonardi
Mastering: Maurizio Giannotti
Regia e montaggio: Nicola Bruno
Aiuto regia: Federica del Corso
Attrice: Paola Zecca

 

Advertisements

Commenti Facebook

commenti

Facebook