Advertisements

U2 live a Torino 5/9: scaletta concerto e recensione

Dopo il successo della prima data torinese, che è stata anche la prima tappa del tour europeo degli U2, il Innocence + Experience tour 2015, si è concluso poco fa il secondo appuntamento al Pala Alpitour di Torino. Un doppio concerto in due giorni che ha portato la band nella città piemontese a distanza di cinque anni dalla loro ultima apparizione.

Come ci si poteva aspettare, la scaletta di questa seconda tappa non è stata identica al primo concerto: questa sera, sabato 5 settembre, ci sono state leggere modifiche a partire dall’inizio dove, subito dopo il brano di apertura The Miracle (Of Joey Ramone) è stata proposta Out Of Control invece che The Electric Co.. Lo show prosegue poi quasi identico a quello della sera precedente ma si notano verso la fine altre modifiche: dentro Angel Of Harlem e Every Breaking Wavee, fuori Elevation e Ordinary Love.

Confermatissima (e se non lo fosse stato sarebbe probabilmente scoppiata la rivolta) With Or Without You seguita da una graditissima sorpresa: per chiudere questa bellissima giornata non poteva mancare Beautiful Day. Il finale è epico con Zucchero sul palco che duetta I Still Haven’t Found What i’m Looking for con Bono. Per leggere cronaca in diretta e vedere la fotogallery cliccate qui.

Scaletta concerto U2 Pala Alpitour di Torino 5-9-2015

The Miracle (Of Joey Ramone)
Out Of Control
Vertigo
I Will Follow
Iris (Hold Me Close)
Cedarwood Road
Song For Someone
Sunday Bloody Sunday
Raised By Wolves
Until The End Of The World
Invisible
Even Better Than The Real Thing
Mysterious Ways
Desire
Angel Of Harlem
Every Breaking Wave
October
Bullet the Blue Sky
Zooropa
Where the Streets Have No Name
Pride (In the Name of Love)
With Or Without You
City Of Blinding Lights
Beautiful Day
Mother And Child Reunion/ I Still Haven’t Found What i’m Looking for  (con Zucchero)

 

Advertisements

Commenti Facebook

commenti

About Andrea Izzo
La musica reggae è la mia grande passione: adoro tutta la musica giamaicana dallo ska al new roots, passando per la vecchia dancehall. Frequentatore assiduo di concerti, ho girato l'Italia per ascoltare i grandi artisti che amo.
Facebook