Paolo Noise spiega cosa è successo con Deejay e calma gli animi

 

LEONE DI LERNIA E’ MORTO: NOTIZIA FALSA

Avevamo parlato qualche giorno fa di un torto a cui aveva alluso Paolo Noise da parte di Deejay.  Oggi  il co-conduttore dello Zoo di 105 ha spiegato la situazione.

Lo ha fatto perché evidentemnte qualche ascoltatore troppo acceso stava prendendo troppo sul serio la cosa. Già, perché oggi tra gag e battute ha scricchiolato la pace sancita con la famosa reunion di qualche mese fa.

Si parlava dell’imminente chiusura di stagione dello Zoo. Mentre Mazzoli non è stanco,Fabio ha sottolineato che si tratta di sole 5 settimane di stop.Da lì si è arrivati a parlare del trascorso di Fabio a Deejay, e stuzzicato da Mazzoli, Alisei piazza un: “Se avessi leccato il cu*o sarei ancora lì“.

Linus viene evocato – senza nessuna preparazione dell’episodio – nella poeia del Dona e per conludere, quando si parla di mari sporchi in cui fare il bagno, Mazzoli piazza la stoccata finale.

Finalmente sappiamo quale è il”torto” a cui faceva riferimento Paolo Noise nei giorni scorsi ed anche oggi affermando: “Lì basta non portare le idee”. Il riferimeto è ad un’applicazione da lui ideata per far diventare la radio “Social” “presa” e sviluppata – a suo avviso male” dall”ex azienda sua e di Fabio.

Per placare gli animi Noise ha dovuto spiegare che Linus ed Albertino non c’entrano nulla. Si è intuito infatti che la vicenda ha preso corpo dopo il suo addio a Via Massena e che  avrà ancora svilupp a microfoni spentii.  Certo quel “ladro Deejay”  deve avere avviato l’iniziativa di qualcuno, quindi negli studi di Deejay si saranno ritrovati a fronteggiare espressioni forti ed immotivate. 

 

Stefano Beccacece (On Twitter @Cecegol)

Commenti Facebook

commenti

About Stefano beccacece
Stefano Beccacece nasce nel 1985 a Torino. Sino a pochi anni fa poeta - ha pubblicato due raccolte tra il 2006 ed il 2010 - ora fa prevalentemente il blogger con l'aspirazione di divenire giornalista pubblicista. Dal 2012 scrive di calcio e mass media. Su Radiomusik potete leggerlo prevalentemente nella sezione "Radio News".
Facebook