The Sisters of Mercy: storia e discografia

I Sisters of Mercy, spesso abbreviati in “Sisters” rappresentano una delle colonne portanti del movimento dark/gotico, pur non avendone mai riconosciuto l’appartenenza. Sono comunemente considerati con Bauhaus, Fields of the Nephilim e Mission una delle band “padri” del genere. Il nome del gruppo ha origine da una canzone di Leonard Cohen e ruota intorno alla personalità e al carisma di , trasformandosi col tempo in un suo progetto solista pur senza mai cambiare denominazione.

I Sisters si impongono presto nella scena indie britannica con due singoli-bomba come Alice e Temple of Love, sulla scia dei quali approdano al primo album First and Last and Always. In questo periodo la formazione si avvale tra gli altri del chitarrista Gay Marx e soprattutto del futuro leader dei Mission Wayne Hussey, che dopo il primo disco uscirà dal gruppo formando prima i Sisterhood e poi appunto i Mission per sfuggire alle accuse di somiglianza del nome col progetto originale. Componente principale della band è però la batteria elettronica (che in seguito eseguirà anche le linee di basso) ribattezzata .

Anche Marx poco dopo lascia il gruppo, sempre per divergenze artistiche e personali con Eldritch, e il secondo lavoro Floodland – il più dark della trilogia, con le epiche This Corrosion e Mother Russia/Dominion – prende corpo con la bassista e cantante Patricia Morrison, che pur comparendo solo nei video (e mai live) diviene una sorta di icona gotica per il suo look.

Anche la Morrison abbandona il progetto dopo un solo disco e quando esce Vision Thing (1990) il gruppo è ormai solo la reincarnazione del suo leader storico. L’album ha un grandissimo successo e sfonda anche in America, ma curiosamente sarà l’ultimo della band che pur non sciogliendosi mai, rifiuta letteralmente di pubblicare altro materiale, prima per protesta contro la sua etichetta, accusata di comportamento sleale, e poi per motivi mai precisati.

Eldritch continua la sua attività live, tuttavia, anche i suoi fan dovranno accontentarsi di due raccolte con molti lati B, che trovate in discografia.

Componenti storici della band

Andrew Eldritch, (1980-) voce, tastiere, chitarre
Gary Marx, chitarra (1980-1985)
Craig Adams, basso (1981-1985)
Ben Gunn, chitarre (1981-1983)
Wayne Hussey, chitarre, seconda voce (1984-1985)
Patricia Morrison, (1985-1989)

Discografia in studio

1985 – First and Last and Always
1987 – Floodland
1990 – Vision Thing

Raccolte

1992 – Some Girls Wander By Mistake
1993 – A Slight Case of Overbombing

Advertisements

Commenti Facebook

commenti

About Luca Landoni
Giornalista pubblicista iscritto all'ODG Lombardia. Amante in particolare di gothic/dark e progressive rock. Ha lasciato il cuore nei Marillion epoca Fish. Contatto diretto: blog@gamefox.it
Facebook