Advertisements
Advertisements

Tenacious D live a Milano: recensione e scaletta del concerto

Un ritorno a distanza di tre anni dall’ultima esibizione che gli vide protagonisti al Forum di Assago. Loro sono i , duo composto da Jack Black e Kyle Gass che ieri sera, mercoledì 4 febbraio, si sono esibiti all’Alcatraz di Milano. Un concerto che ha fatto registrare il soul out per quella che era l’unica tappa italiana del loro Unplugged & Unprotected tour 2015.

Il set dei due musicisti-attori inizia intorno alle ore 21, dopo aver visto sul palco una mezz’ora di esibizione di Sasquatch, e durerà per quasi due ore  e proponendo oltre venticinque brani del loro repertorio. Jack Black si presenta sul palco con un completo felino, appunto che raffigura delle trigri sia sulla maglia che sul pantalone; non è migliore l’abbigliamento di Kyle Gass che si presenta con una canottiera gialla. Quel che però interessa al pubblico è la musica e qui non ci si può lamentare.

Si inizia subito forte con Tribute, primo brano in scaletta a cui seguono Pick Of Destiny, Rize of the Fenix e Low Hangin’ Fruit. Il concerto va avanti con set completamente in acustico, ben differente dal precedente show di Assago del 2012 in cui i due erano accompagnati da band. Si va verso la conclusione con Fuck Her Gently che è l’ultimo brano proposto in scaletta: i due lasciano il palco salvo tornarci poco dopo per condere il dovuto bis e per prendere il giusto tributo che il pubblico dell’Alcatraz vuole dedicarli.

Scaletta 4-02-2015

Tribute
Pick Of Destiny
Rize of the Fenix
Low Hangin’ Fruit
Señorita
Throw Down
Kickapoo
Karate
Dude (I Totally Miss You)
Kyle Quit the Band
Friendship
Kielbasa
History
Rock is Dead
Saxaboom
Roadie
The Ballad of Hollywood Jack and the Rage Kage
Wonderboy
To Be the Best
Double Team
Fuck Her Gently

Advertisements

Commenti Facebook

commenti

About Andrea Izzo
La musica reggae è la mia grande passione: adoro tutta la musica giamaicana dallo ska al new roots, passando per la vecchia dancehall. Frequentatore assiduo di concerti, ho girato l'Italia per ascoltare i grandi artisti che amo.