Advertisements
Advertisements

Paolo Conte live a Bologna: recensione e scaletta del concerto

Prima delle due serata bolognesi, al Teatro EuropAuditorium per il grande . Doveva essere l’occasione per presentare finalmente al pubblico il suo ultimo lavoro Snob, ma per la gioia dei presenti il recente album ha impegnato solo una piccola parte della scaletta, infarcita di grandiosi successi di una carriera inestimabile.

Si parte subito con la sorpresa Ratafià, seguita da un trittico di evergreen chiuse dalla classico Milonga (“non un ballo ma una canzone”). Poi spazio a Snob prima di Una giornata al mare, bellissimo pezzo scritto dal fratello Giorgio e che vi invitiamo ad ascoltare anche nella versione di quest’ultimo.

Ma è nella parte finale che la serata si incendia, se ci passate questo termine per la musica raffinata del cantautore piemontese. Da Aguaplano (splendido gioiellino) in avanti è una sequela di momenti emozionanti, che culminano nel pezzo più bello della tetralogia del Mocambo, Gli Impermeabili, e nell’intimista Madeleine, tratta dallo stesso antico album della Verde Milonga, come a voler aprire e chiudere una parentesi ideale.

E dopo l’immancabile Via con Me, c’è ancora la doppietta Max-Diavolo Rosso a far sognare. Un solo bis infine: la divertente Sijmadicandhapajiee, che ancora una volta vi invitiamo ad ascoltare anche nella versione degli Avion Travel. E oggi si replica ancora a Bologna.

Scaletta 30-10-2014

Ratafià
Sotto le stelle del jazz
Comedi
Alle prese con una verde milonga
Snob
Argentina
Una giornata al mare
Recitando
Aguaplano
Dancing
Gioco d’azzardo
Gli impermeabili
Madeleine
Via con me
Max
Diavolo rosso
Le Chic et le charme

BIS

Sijmadicandhapajiee

Advertisements

Commenti Facebook

commenti

About Luca Landoni

Giornalista pubblicista iscritto all’ODG Lombardia. Amante in particolare di gothic/dark e progressive rock. Ha lasciato il cuore nei Marillion epoca Fish.

Contatto diretto: blog@gamefox.it