Advertisements

Nuove proposte Sanremo: Nu Juorno Buono di Rocco Hunt (video, recensione e testo)

di : ecco l’anteprima video e il testo di un altro degli otto finalisti della gara Nuove Proposte al Festival di Sanremo.

Noi di Radio Musik non siamo mai stati amici del rap né tanto meno dell’hip hop, ma questa volta dobbiamo in parte ricrederci. Nel panorama desolante del prossimo Sanremo Giovani, Rocco Hunt (detto il Poeta Urbano) spicca per profondità dei testi e musicalità del proprio brano. Secondo noi è il candidato numero uno alla vittoria finale e se la qualità fosse pagata, se la giocherebbe con The Niro e Filippo Graziani, gli altri due big da questo punto di vista. Tutto il resto (gli altri 5 concorrenti) è noia.

Notazione importante: abbiamo trascritto il testo con evidenti difficoltà per le parti in dialetto campano. Se volete inviarci le vostre correzioni saremo felici di raccoglierle e modificare la parte errata.

Per il video clicca qui. Segue il testo.

| Rocco Hunt

Questa mattina per fortuna c’è un’aria diversa
Il sole coi suo raggi penetra dalla finestra
Quant’è bella la mia terra
Mi manca quando parto
Porto una cartolina di riserva

Questo posto non deve morire
La mia gente non deve partire
Il mio accento si deve sentire

La strage dei rifiuti
L’aumento dei tumori
Siamo la terra del sole
Non la terra dei fuochi

Questa mattina per fortuna la storia è cambiata
Vedo la gente che sorride spensierata
Non esiste cattiveria
Si sta bene in strada
Il mondo si è fermato
In questa splendida giornata

E’ nu juorno buono
stammatina m’a scettat’ o’ sol
l’odore do’ cafè
o’ stereo ppe’ canzone
quanto tiemp’ cca nun stev’ accussì
ogni cosa accumenc’ m’addà finì
nun me manca nient’
stamattin nu me manca nient
abbraccia a’ Gabriellin
s’addorm n’copp o’ liett’

nun sap’ e’ prublem
nun sap’ che a vita dolce poi t’avvelen
nu bac’ a’ mamma mij
a’ già furnut e’ fà e serviz’
a’ principess rint’ a miseria
ha mis o’ munn stu scugnizz
m’ha mparat’ a piccolin
ca’ nu suonn’ se realizz’
te cancellass’ tutte e’ rughe
e tutteccose trist’

Dimentica di andare fuori per lavoro
Le nuove aziende fioriranno nel tuo territorio
Dimentica le banche, li presteremo noi a loro
Zero padrone, gli ruberemo il trono

Non c’è la fila allo sportello
È come se tifi un’altra squadra
Sei lo stesso mio fratello
Fratello Amore

Invece di impugnare quel coltello
La violenza è stata sempre il metodo di chi non ha cervello
Tagliate quella linea che divide nord e sud
Guardo il cielo per cercare chi purtroppo non c’è più

E’ un giorno nuovo anche per loro
E son sicuro che un sorriso l’ho strappato
Anche a voi lassù

È nu juorno buono…

Advertisements

Commenti Facebook

commenti

About Luca Landoni
Giornalista pubblicista iscritto all'ODG Lombardia. Amante in particolare di gothic/dark e progressive rock. Ha lasciato il cuore nei Marillion epoca Fish. Contatto diretto: blog@gamefox.it