Advertisements
Advertisements

Levante: il video ufficiale di Alfonso supera le 500.000 visite

Che Levante. pseudonimo della siciliana ma trapiantata a Torino Claudia Lagona, sarebbe stata una delle protagoniste di quest’estate 2013 con la sua Alfonso l’avevamo già predetto a maggio, quando vi abbiamo segnalato la sua canzone. Il video ufficiale del brano, pubblicato lo scorso 10 giugno sul canale YouTube ufficiale della , casa discografica indipendente di Torino,  sta spopolando e ha superato le 500.000 visualizzazioni nel giro di un mese e mezzo!

Supportata solo da poche radio, in particolare Radio Deejay e Radio2, da sempre tra le più attente alle realtà musicali alternative e non strettamente commerciali, Levante è riuscita ad emergere in quest’estate veramente povera di hit sia italiane che straniere, diventando un tormentone.

Di seguito vi proponiamo il video, che rappresenta la sofferenza nel partecipare ad una festa pur senza alcuna voglia raccontata nel testo della canzone che troverete sempre di seguito.

 

Mai, mai, mai mi perdonerei
Mai… ho tagliato i capelli da sola
Mai…mi sento una persona nuova
Ho messo le scarpe da sera
E sembrerò seria e sembrerò in vena
Shalalà che gioia mi dà
Stare in mezzo alla ressa
Si parla di festa
Tu ru ru, berrei volentieri un caffè
Mi pestano i piedi da un’ora
Ho le scarpe da sera ma non sono in vena

Corre l’anno 2013, in mano alcolici… e niente più

Che vita di merda
Ma che cosa c’entra il bon ton?
Ho riso per forza ho rischiato di dormirti addosso
Stronzo, tanti auguri ma non ti conosco

A, E, I ,O ,U Y … se ora parte il trenino mi butto al binario
Guarda là, c’è uno in mutande e papillon
Dov’è il proprietario di casa
L’imbarazzo è palese ma sono cortese

Corre l’anno 2013, in mano alcolici… e niente più

Che vita di merda
Ma che cosa c’entra il bon ton?
Ho riso per forza ho rischiato di dormirti addosso
Alfonso, tanti auguri ma non ti conosco
Tanti auguri ma non ti conosco…

Che vita di merda
Ma che cosa c’entra il bon ton?
Ho riso per forza ho rischiato di dormirti addosso
Alfonso, tanti auguri ma non ti conosco

Advertisements

Commenti Facebook

commenti